prevnext
Menu

Mostra personale di Margherita Casadei

Interiorità ed Emozione

Le opere dell’artista Margherita Casadei sottolineano allo sguardo dello spettatore una dimensione prettamente umana. Come suggerisce la sua stessa personale, l’aspetto interiore e quello emotivo sono i due poli che maggiormente si riescono a cogliere nelle sue tele, dove grande spazio è lasciato alla figura femminile, protagonista della narrazione visiva. La donna è infatti vista attraverso lo sguardo della Casadei come universo di silenzi, parole sussurrate, pensieri che si affollano nella mente e che spesso vengono taciuti.  A tali universi interiori, che rimandando naturalmente a lontani e piacevoli ricordi di infanzia, corrisponde spesso una pallida quiete notturna, romantico elemento che da sempre accompagna le visioni più intime. Così la tela restituisce un notturno silenzioso e una donna in relazione con esso, con la città che dorme, avvolta nelle sue luci elettriche sotto un sereno cielo stellato, mentre Lei, unica e doppia protagonista dello spazio, insieme alla serena luna, volge lo sguardo allo spettatore, assorta com’è nel suo universo di pensieri e, negandosi, produce per effetto opposto l’immedesimazione dell’osservatore con se stessa, come in una sorta di allineamento empatico di solitarie emozioni.  Questo velo silenzioso rimanda a una dimensione tutta interiore, che il colore contribuisce ad amplificare attraverso i toni cupi ma non drammatici, le ombre serene, le luci elettriche dei lampioni, ferme e immobili, e la città. Il paesaggio è di certo altro protagonista di queste opere dove tra ricordi personali e visioni nulla restituisce quel senso di angoscia che spesso accompagna le opere dalla dimensione soggettiva. I colori impiegati restituiscono una certa tranquillità onirica, dalla quale come parte dello stesso sogno la figura si staglia in primo piano con tutta la sua raffinata bellezza fatta di posture, gesti, dettagli, e ci si accorge così che all’interno di questa notturna e personale serenata di affetti il posto privilegiato è quello dell’anima, dove abita l’essenza più vera delle persone. La Casadei nel suo percorso pittorico riesce a fondere sulla tela quei personali desideri che l’hanno portata ad interessarsi di danza e canto. Musica e danza sono infatti alcuni degli elementi con i quali sviluppa la sua ricerca pittorica, intesa come veicolo di significati per raccontare le emozioni e gli affetti umani, le debolezze, le inquietudini sottili, in una costante alternanza tra sogni e desideri, speranze ed illusioni, che tuttavia rimandano sempre a quel vivo e costante bisogno di calore umano e tenerezza di cui tutti sentiamo un segreto ed innegabile bisogno.

Dott.ssa Elena Gradini, critico d’arte

Interiority and Emotion

The works of the artist Margherita Casadei underline to the look of the spectator a purely human dimension. As her own personal suggests, the inner and the emotional aspects are the two poles that are most likely to be grasped in her canvases, where great space is left to the female figure, the protagonist of visual narration. The woman is in fact seen through the gaze of the artist Casadei as a universe of silences, whispered words, thoughts that crowd in the mind and that are often silenced. To these inner universes, which naturally refer to distant and pleasant memories of childhood, often corresponds to a pale nocturnal quietness, a romantic element that has always accompanied the most intimate visions. So the canvas returns a silent nocturne and a woman in relation to it, with the sleeping city, wrapped in its electric lights under a clear starry sky, while She, the only and double protagonist of the space, together with the serene moon, turns her look to the spectator, absorbed as she is in her universe of thoughts and, denying herself, produces the opposite effect to the observer the identification with herself, as in a sort of empathic alignment of solitary emotions.This silent veil refers to a whole inner dimension, which color contributes to amplify through dark but not dramatic tones, serene shadows, electric lights of street lamps, stationary and immobile, and the city. The landscape is certainly another protagonist of these works where between personal memories and visions nothing returns the sense of anguish that often accompanies the works from the subjective dimension. The colors used give back a certain dreamlike tranquility, from which as part of the same dream the figure stands out in the foreground with all its refined beauty made up of postures, gestures, details, and so we realize  that within this nocturnal and personal serenade of affections the privileged place is that of the soul, where the truest essence of people lives. In her pictorial career, Casadei manages to blend on the canvas those personal desires that led her to become interested in dance and song. Music and dance are in fact some of the elements with which she develops her pictorial research, understood as a vehicle of meanings to narrate human emotions and affections, weaknesses, subtle anxieties, in a constant alternation between dreams and desires, hopes and illusions , which, however, always refer to that lively and constant need for human warmth and tenderness of which we all feel a secret and undeniable need.

2 months, 1 week ago Commenti disabilitati su Mostra personale di Margherita Casadei