prevnext
Menu

Francesco Loliva

PER ACQUISTO OPERE CONTATTARE – TO PURCHASE ARTWORKS CONTACT : galleria.ilcollezionista@gmail.com

Intervista

–             Quando ha scoperto la sua vocazione artistica?
Il tutto è iniziato molti anni or sono quando, non ricordo come e perché, mi sono ritrovato tra le mani la mia prima macchina fotografica: la LOMO Lubitel 2, una storica biottica russa. Il marchio “LOMO” è legato in modo inscindibile al movimento artistico della “lomografia”, una vera propria corrente di pensiero nel mondo della fotografia dove tutti i canoni tradizionali vengono sovvertiti e l’unica cosa davvero importante è “cogliere l’attimo”.
Ecco, diciamo che tutto è iniziato così.

–             Quale artista e/o corrente culturale è stata particolarmente importante per la sua formazione?
Essendo io soprattutto un “pesaggista” posso tranquillamente dire che i mio primo e piu grande ispiratore è stato Ansel Adams , uno dei maestri della fotografia del XX secolo, uno dei padri fondatori della fotografia paesaggistica, un innovatore le cui idee ed il cui stile sono ancora attuali. Famosissima è la sua frase “Delle volte arrivo in dei luoghi proprio quando Dio li ha resi pronti affinché qualcuno scatti una foto”

–            Che cosa deve rappresentare e ispirare un’artista con la sua arte?
La fotografia , secondo me, ha un grande dono che è quello della unicità, non si potrà mai ripetere lo stesso scatto ( non si ritroveranno mai le medesime condizioni legate alla luce, al soggetto, al tuo stato d’animo…) ecco perché “ si coglie l’attimo” . Quell’attimo che si coglie deve essere in grado ,una volta portato sulla carta, di dare le stesse emozioni che hai provato quando hai scattato.

–            Quali tecniche predilige per realizzare le sue opere?
Oggi come oggi l’unica tecnica disponibile è la fotografia digitale, personalmente applico un minimo di post-produzione e successivamente uso la Stampa Fine Art.

2.1/561 ratings